domenica 12 marzo 2017

Allestimento casa in vendita Orentano (Pi)

L'appartamento, vissuto per 10 anni da una giovane coppia, era diventato troppo piccolo dopo l'arrivo dei quattro figli.
Trovata una casa più grande, restava da vendere velocemente quella che li aveva ospitati per tanto tempo.
I proprietari, lungimiranti, hanno riconosciuto l'importanza di una buona presentazione dell'immobile ed hanno ben accolto la proposta di un intervento di relooking per dare un senso di freschezza e di nuovo agli ambienti che, seppur svuotati dalle loro cose, mantenevano le tracce del loro vissuto.
Un piccolo investimento che ha riguardato la tinteggiatura degli ambienti, una profonda pulizia ed una “messa in scena” degli stessi.


Molti i mobili a disposizione: la cucina, un divano grande con chaise-long, 2 tavoli, vecchie reti e materassi, poltroncine.

                          Zona giorno prima

         




Zona giorno Dopo


La parete con la carta da parati, era un dettaglio dell'iniziale progettazione d'interni, da me curata. Durante la progettazione della zona giorno con angolo cottura si pensò, infatti, di creare una quinta verso la cucina, in modo da nascondere la zona del lavello. La carta fu scelta per mascherare l'attacco della nuova parete in cartongesso con quella in muratura. Per non perdere la luce proveniente dalla  cucina pensai ad un'apertura nella nuova parete in corrispondenza della finestra che poi rifinii con questa cornice bianca. Il risultato è stato "giocoso" poiché, a prima vista, pare che sia uno specchio appeso, ma in realtà è un buco!




La scelta del tema-guida dell'allestimento ha spaziato dallo shabby al rustico di campagna, mixando, accostando ed integrando con complementi, quello che c'era a disposizione.
Le scatole in legno dei vini, elemento decorativo della carta da parati (acquistata da Leroy Merlin), i tronchi di legno trasformati in tavolini e porta piante, gli infissi, tipici delle case coloniche della zona, usati come testata del letto e le sedie adattate a comodini. Elementi, appartenenti ad una realtà rurale, caratteristici di quelle zone.

Camera matrimoniale prima e dopo


Poche le cose acquistate: un quadro, qualche cuscino, una lampada da terra e le sedie da me ridipinte. Tutti oggetti che, peraltro, saranno riutilizzati nella nuova casa.

Altri accessori come tappeti, complementi e oggettistica, sono stati prestati da parenti ed amici.

Un allestimento davvero low-cost, alla fine anche molto ricco, grazie all'abbondanza di materiale adatto.
         

         
Taverna prima e dopo




Il tempo impiegato per l'ideazione e la realizzazione è stato di 2 mattine trascorse presso Ikea e Leroy Merlin e 13 ore di allestimento (compreso il supporto al servizio professionale fotografico). Tempi rapidi grazie anche all'efficiente collaborazione dei proprietari.

Relooking complementi



PERCHE' ALLESTIRE UNA CASA IN VENDITA?

Molti sono i motivi:

-Le foto di ambienti allestiti attirano l'attenzione di chi cerca tra centinaia di annunci pubblicati in internet (foto belle ed interni curati invitano a soffermarsi sull'inserzione, mettendola in risalto).

-Uno spazio vuoto (così come troppo pieno) non è facilmente misurabile e non dice nulla di sé (i potenziali clienti fanno fatica ad immaginarselo arredato, a capire cosa e quanto possa contenere). Sono sufficienti pochi mobili, per avere un “rapporto di scala” e comprendere meglio le potenzialità di quegli spazi.

-L'allestimento ha la funzione di guidare anche emozionalmente il cliente nella visita dell'immobile, suggerendo sensazioni di accoglienza, comfort, funzione ed utilizzo della varie stanze e rimanere, così, meglio impresso nella sua mente.

-Dato che è l'emozione la leva più forte alla base di ogni acquisto (studi scientifici hanno dimostrato che, nell'acquisto di un immobile, sono fondamentali i primi 90 secondi), vien da sé che è di primaria importanza suscitare “una buona prima impressione”, perché non avremo mai una seconda possibilità.

-L'allestimento di una tavola apparecchiata, un letto confortevole, un angolo di lettura, un ingresso di benvenuto, sono tutti stimoli evocativi che aiutano il potenziale cliente a familiarizzare con l'immobile e ad immaginare di vivere in quei luoghi.